Se una Risposta non mi basta
350
com_content.article
(1 vote, average 5.00 out of 5)
se una risposta non mi basta5.00 out of 50 based on 1 voters.


7.11.2012 - Angeli nel fango - Se una risposta non mi basta Vedi articolo correlato

Angeli nel fango - Se una risposta non mi basta

Brano musicale POP Rock

  • Prodotto il 7.11.2012

  • Voci
    Daniele Focante
    Giada Giudice
    Giulia Musso
    Linda Iemmolo
    Mara Tinto
    Massimo Stona

  • Testi: Federica Torassa

  • Musica: Cristina Piras, Giudice Andrea e Daniele Focante.

  • Chitarre e basso: Daniele Focante

  • Tastiere e pianoforte: Cristina Piras

  • Sintetizzatori: Andrea Giudice

  • Mix e Master: Andrea Giudice

  • Un ringraziamento speciale a Stefano Airoldi

  • Registrata e arrangiata nello Studio Registrazione PrincipioAttivo

  • Tutelato da licenza Creative Commons


 

Download

 

Testo

Tornare indietro ora
Essere bambino in questa era
Dire tutto quello che mi passa per la testa
Chiedere il perché se una risposta non mi basta

Vorrei scriverti una mail caro Babbo Natale
Sapere se almeno tu sei rimasto tale quale
Dimmi tu dove ti posso trovare
Su Google su  Facebook o ti becco al cellulare
Vuoi viaggiare con la slitta di qua e di la
O credi mica anche tu all’alta velocità?
Portami una sana e robusta costituzione
Per poter resistere ad ogni scossone
E non avere più inutili paure
Nè di monti e di pianure (Nè di monti e di pianure)

Tornare indietro ora
Essere bambino in questa era
Dire tutto quello che mi passa per la testa
Chiedere il perché se una risposta non mi basta

Portami un’idea per restare al sicuro
La via che T’Avvelena per  viaggiare diritti al futuro
Ma un futuro senza diritti è solo  follia
Di chi il progresso non sa manco cosa sia.
Portami buon senso a volontà e’ questo aprire un valico all’umanità
Umiltà, speranza e carità virtù che chi predica a volte non ha
Portami una vera e grande evoluzione
Un treno sui binari dell’istruzione
Portami esempi da seguire come modello
Che non siano  apparenza o cultura del bello
Caro Babbo Natale quanto tempo è passato
Da quando ti chiedevo il gioco radiocomandato
Adesso e’ il mio momento voglio togliermi lo sfizio
Di chiederti a bombazza di salvar l’umana razza
Portami la voglia di non essere mai uguale
A chi fa bei discorsi ma rimane tale quale
A chi pensa ancora che la femminilità
Sia qualcosa da trattare con diversità

Tornare indietro ora
Essere bambino in questa era
Dire tutto quello che mi passa per la testa
Chiedere il perché se una risposta non mi basta
Vorrei una chiave una chiave passepartout
Per aprire le porte a chi fiducia non ha più
In una vita sempre più esigente
Da cui ognuno di noi rimane distante
Vorrei colori, profumi e tanti suoni
Creare un orizzonte di nuove dimensioni
Portami la sfera la sfera di cristallo
Per vedere se il futuro sarà un po’ più  bello
E dove ogni voce non è più rumore
Ma un grande coro per un inizio migliore.

Caro Babbo Natale invia questo messaggio
Portandolo a chiunque anche a chi è di passaggio
Basta solo fermarsi in quelle stazioni
Dove i pensieri viaggiano veloci
E trasportano emozioni
che raggiungono persone,
milioni di persone
Da nord a sud
Senza ma e senza se
Questa è la radio.
E si muove con te.

Tornare indietro ora
Essere bambino in questa era
Dire tutto quello che mi passa per la testa
Chiedere il perché se una risposta non mi basta

Tornare indietro ora
Essere bambino in questa era
Dire tutto quello che mi passa per la testa
Chiedere il perché se una risposta non mi basta