Rialzati Zena
349
com_content.article
(1 vote, average 5.00 out of 5)
rialzati zena5.00 out of 50 based on 1 voters.


Angeli Nel Fango - Rialzati Zena

Brano musicale POP

  • Prodotto il 10.12.2011

  • Andrea Giudice (fonico e arrangiamenti)
    Barbara Rubin
    (voce)
    Cristina Piras
    (compositrice e cori)
    Daniele Focante
    (autore, basso e voce rap)
    Fabiana Badiali
    (voce)
    Fabio Miloscio
    (voce)
    Federica Torassa
    (autrice e voce rap)
    Giada Giudice
    (voce)
    Giuliano Piras
    (chitarre)
    Leyla Cerosillo
    (voce)
    Massimo Stona
    (voce)
    Sara Marchese
    (voce)
    Tiziana Baggetta
    (voce)

  • Registrata e arrangiata nello Studio Registrazione PrincipioAttivo

  • tutelato da licenza Creative Commons


 

Download

 

Testo

Porto dentro al mio bagaglio la tua vanita'
il sapore del tuo orgoglio che ,lo so non svanira'

La tua forza che non si piega mai
come fai? come fai?
 
E ogni volta che io torno da te
dimmi un po' come stai?

Una porta sempre aperta che da' verso il mare
la lanterna impotente puo' solo guardare
il profumo di una vita passata con te
voglio sentirti ancora mia

La tua forza che non si piega mai
come fai? come fai?

E ogni volta che io ritorno da te
come stai come fai?
 
Porto ancora un' emozione che parte da te
chiusa dentro al mio bagaglio sempre con me

Dimmi un po' come fai a resistere
come fai? come fai?

Ma belin questa Zena
quanto peso sulla schiena
lo sai solo te quanto e' difficile
la sopraelevata fara' da sipario
a queste mie parole il mio grande diario
il bigo e l'expo'
i caruggi e la metro'
focaccia poi il resto
trenette col pesto
in via xx Settembre
i negozi di sempre
piazza della Vittoria
vittoria del Genoa e della Sampdoria
la fiera del mare
in corso Italia a camminare
a Palazzo Ducale,al Mercato Orientale
lo stadio,la radio
Brignole e i pendolari
come tante formiche in piazza De Ferrari

Ma poi c'e l'altra Zena
rivedo la scena
la stessa che da anni
si ripete con gli inganni
pioggia che inonda
Bisagno che esonda
strade come fiumi in piena
un grosso peso sulla schiena
sbagliare e' umano
ripetere diabolico
forse e' un discorso
che ha qualcosa di retorico
ma ora e' proprio il caso
di andare oltre il proprio naso
interrompi sta catena
RIALZATI ZENA!
RIALZATI ZENA!

Ogni volta che io torno da te
come fai come fai?

come fai ?come fai?
a resistere
come fai? come fai?

E ogni volta che io torno da te
come stai come fai?